Hotel

Camping

Agriturismo

Bed and Breakfast

Country House

Case vacanze
 

::   La Storia  ::

indietro

 

Il nome Tolentino deriva dalla base prelatina tul nel significato di "confine", riferito forse al fiume Chienti. La città si è sviluppata sul luogo di stazioni preistoriche e di insediamenti piceni. Fu municipio romano e, dopo le incursioni barbariche, risorse come libero comune seguendo le sorti degli altri paesi della Marca legati al dominio pontificio. Del periodo medievale conserva buona parte della cerchia muraria che cingeva completamente, con le sue fortificazioni e le sue porte, il centro urbano. Integra fino ad un secolo fa, l'apertura di nuove strade e l'incessante espansione edilizia, hanno portato al progressivo a bbattimento di mura, porte e fortificazioni. Ciò che di esse rimane risale ai secc. XIII-XV. La comunicazione con la riva destra del Chienti avveniva tramite Porta del Ponte ed il PONTE DEL DIAVOLO. Quest'ultimo, risalente al 1268, è una possente costruzione a cinque altissime arcate con torre-barriera. La sua denominazione, comune a molti ponti d'Italia e d'Europa, è dovuta all'arditezza della costruzione e legata a leggende molto simili tra loro. Dal Ponte del Diavolo è ben visibile il caratteristico e popolare quartiere del "Fondaccio", d'impianto medievale, su cui spicca l'antichissima Chiesa di Santa Maria che, riedificata nel secc. XVIII a pianta centrale, conserva ancora tracce della primitiva costruzione. Nel 1797 nelle sale di PALAZZO PARISANI fu firmato il trattato tra Napoleone Bonaparte e la Santa Sede. Nelle vicinanze, presso il castello della Rancia, fu combattuta, nel 1815, la battaglia tra le truppe austriache e Gioacchino Murat, Re di Napoli nell'infelice tentativo di unificare l'Italia.

Fonte: Comune di Tolentino - APT Sarnano - PRO LOCO Tolentino - Amministrazione Provinciale Macerata

 

MUSEI

Il MUSEO INTERNAZIONALE DELLA CARICATURA, unico in Italia, situato al secondo piano di Palazzo Sangallo, è costituito da circa 3.000 opere che costituiscono una panoramica dell'umorismo artistico italiano e straniero.

Oltre al MUSEO DELL'OPERA, presso la Basilica di San Nicola, sono situati il MUSEO DEGLI EX VOTO (378 tavolette votive dal sec. XV al XIX), il MUSEO DELLE CERAMICHE (con pezzi di Albisola, Castel Durante, Castelli Deruta, ecc.) e il Civico MUSEO ARCHEOLOGICO con reperti della civiltà picena e romana. A Palazzo Bezzi, le SALE NAPOLEONICHE, dove fu firmato il Trattato di Tolentino tra Pio VI e Napoleone, conservano i mobili e gli arredamenti dove soggiornò il generale francese nel 1797. Presso l'Abbazia di Chiaravalle di Fiastra si possono infine visitare il MUSEO ARCHEOLOGICO, IL MUSEO DELLA CIVILTA' CONTADINA ed il MUSEO DI SCIENZE NATURALI.

Museo Internazionale della Caricatura e dell'Umorismo nell'Arte Palazzo Sangallo, Tel. 0733.969797 (aperto dal martedì al venerdì ore 16,00/19,00 al mattino su richiesta, sabato e domenica ore 9,30/12,30 - 16,00 /19,00)

Complesso Monumentale della Basilica di San Nicola Piazza San Nicola, Tel. 0733.969996 (apertura musei ore 9,30/12,00 - 16,00 /19,00)

Museo Civico Palazzo Sangallo, Tel. 0733.901325

Sale Napoleoniche prenotazioni visite Tel. 0733.969797

Biblioteca Comunale Filelfica Villaggio Scolastico Tel. 0733.973397

Biblioteca Egidiana Piazza Silverj Tel. 0733.969996

Museo dei Sacconi Venerabile Confraternita del Santissimo Cuore di Gesù - Via Corridoni (apertura festivi ore 9,00/12,00 - 16,00 /18,00 feriali su prenotazione: Tel 0733.968193)

 

 Inserisci la tua struttura - Disclaimer -

::::::::: Turismo Marche è un prodotto Find4You Find4You - Info: info@turismo-marche.com :::::::::